Il processo di concia nella storia.

La storia della concia risale addirittura all’epoca preistorica, quando l’uomo ha iniziato ad utilizzare le pellicce degli animali che cacciava per proteggersi dal freddo e dalle intemperie. La pelle è però un materiale organico proteico, pertanto, dopo pochi giorni, se non correttamente trattato, è soggetto alla putrefazione. Nasce così l’esigenza di trovare dei processi che ne permettano la lunga conservazione e l’utilizzo prolungato....

La selezione delle pelli all’origine: una fase strategica.

La fase di acquisto delle materie prime in Marchetto Pellami è seguita dal titolare, Danilo Marchetto, che in prima persona si occupa dei contatti con i fornitori, di reperire materiali di qualità valutandone le provenienze e accertandosi che la merce sia selezionata da persone di fiducia, prima dell’acquisto. I nostri fornitori devono rispettare le nostre linee guida per quanto riguarda l’ambiente, i controlli...

Il distretto della concia di Arzignano.

Fin dalla preistoria l’uomo ha imparato ad utilizzare la pelliccia degli animali che cacciava per procurarsi cibo come protezione dal freddo e dagli eventi atmosferici. Come allora, anche oggi la pelle bovina è prevalentemente un sottoprodotto dell’industria della carne e quindi non incrementa la macellazione degli animali, ma utilizza una parte di scarti che altrimenti sarebbe avviata ad un processo di smaltimento. Essendo la...